Adolescenza

Adolescenza

L’adolescenza è una fase dell’esistenza molto particolare da un punto di vista emotivo, fisiologico e psicologico, durante la quale la scelta di rivolgersi a una Terapia può essere salvifica, dal momento in cui tende a rivelarsi particolarmente risolutiva.

In adolescenza accadono mutamenti, transizioni e trasformazioni che possono comportare ripercussioni sul modo di relazionarsi con se e con l’altro nelle persone.

Molto è legato alla famiglia, in termini di processi e di stili di relazione ed attaccamento.

Ci si muove tra la spinta di differenziazione ed il bisogno di autonomia. I difficili compiti evolutivi adolescenziali spesso si traducono in difficoltà nella comunicazione, che sono rese ancora più complesse dal tessuto socio-culturale attuale, fatto di social media, input variegati e stratificati, velocizzazione di cambi generazionali.. e di veloci cambiamenti e di stress che caratterizzano la società attuale.

Gli adolescenti si trovano immersi in un mondo altamente tecnologico, dove la solitudine è spesso una conditio sine qua non.

L’evento terapeutico in adolescenza è trasformativo sia a livello esplicito sia a livello implicito.

È un’occasione unica di apprendimento diadica: ciò che viene messo in gioco è la personalità delle due persone che interagiscono, il paziente ed il terapeuta.

L’intersoggettività nel lavoro con gli adolescenti consente all’adolescente ed all’analista di risperimentare stili ed atteggiamenti emotivi disturbanti, per lo più inconsci.

Nel corso del tempo ci si trova a sperimentare un nuovo modo di essere in relazione con l’altro, da interiorizzare. Si tratta di fatto di una vera e propria riorganizzazione neurale, dove il vecchio non scompare, ma viene indebolito dal nuovo, che prende forma.

La soggettività è complessa. In adolescenza più che mai. Questo implica la conoscenza del linguaggio, delle credenze, delle percezioni, dei sentimenti, delle intenzioni e delle motivazioni.

Perché un/una adolescente possa entrare in un processo terapeutico è necessario il consenso informato di entrambi i genitori.

Gli adolescenti possono avere bisogno di una Psicoterapia quando manifestano:

  • Disturbi legati alla socializzazione
  • Disturbi del comportamento alimentare
  • Disturbi ossessivo compulsivi
  • Dipendenze tecnologiche
  • Dipendenze da sostanze/alcool
  • Fobie generiche o specifiche
  • Comportamenti oppositivo-provocatori o antisociali
  • Comportamenti auto-lesivi
  • Difficoltà scolastiche
  • Difficoltà relative all’identità di genere
  • Difficoltà sessuali
  • Disturbi Post Traumatici

Da adolescenti ci si può sentire molto soli. Il terapeuta diviene un accompagnatore fidato, che può fornire gli strumenti relazionali che possono essere una base su cui costruire altre relazioni.

Imparare a cercare risposte al- l’interno e non al di fuori di te. Altrimenti sarai sem- pre vittima delle circostanze e degli ondeggiamenti emotivi altrui.