Depressione

depressione

Uno dei disturbi più diffusi della nostra epoca, impattante a livello funzionale mentale e corporeo. La depressione può essere lieve, moderata, intensa.

La persona che sperimenta stati depressivi ha perso il contatto con la realtà, le sensazioni corporee ed il piacere di vivere e difficilmente li ri-troverà in autonomia, a meno che non si tratti di qualcosa di saltuario e momentaneo.

Di seguito i sintomi più frequenti:

 

  • umore depresso
  • profonda tristezza
  • calo della spinta vitale/energetica
  • perdita di interesse verso le normali attività
  • pensieri pessimistici e negativi
  • disturbi delle funzioni cognitive
  • alterazione delle funzioni vegetative: sonno ed appetito
  • alterazioni psicosomatiche: maggiori rischi di sviluppare diabete, disturbi cardiaci, ictus
  • agitazione psicomotoria o rallentamento psicomotorio
  • astenia, stanchezza cronica
  • sensi di colpa
  • rabbia
  • indecisione patologica
  • pensieri di morte ricorrenti
  • ideazione suicidaria
 

La situazione depressiva può essere endemica o legata a specifici momenti di vita, come ad esempio gravidanza, lutti, perdite, separazioni. In ogni caso implica dolore e sofferenza profondi. Può rivelarsi invalidante: la persona depressa può trovarsi a rinunciare alla vita o ad aspetti di essa. La vita stessa diviene qualcosa di difficilmente sostenibile, della quale ci si può sentire vittime.

 

La depressione può coesistere in comorbilità con altri sintomi (stress/trauma ad esempio) o essere legata ad altri disturbi.

Il modello Psicodinamico e corporeo permette di lavorare a un tempo sul corpo e sulla mente, senza sminuire o trascurare uno dei due a favore dell’altro; in questo modo si può agire in pieno sulla totalità della persona restituendo le risorse fisiche, energetiche e psicologiche, indispensabili per una vita integra, libera e spontanea, che nella depressione vengono meno.

Il cambiamento è possibile, ma deve partire dall’accettazione di se stessi.