Disturbi Ossessivo – Compulsivi

Disturbi ossessivo compulsivi

I disturbi Ossessivo Compulsivi sono legati all’espressione di una forma di ossessione, ovvero un pensiero egodistonico ricorrente ed una compulsione, un’azione ritualizzata necessaria per alleviare l’angoscia. Il versante ossessivo si esprime con continua rimuginazione e pensieri intrusivi, che possono esprimersi sotto forma di parole, frasi o immagini, che possono in qualche modo arrivare a prendere in ostaggio la persona, fino a bloccarle la vita. 

La soluzione che la persona trova spesso consiste nel tentare (invano) di combattere questa rimuginazione, al fine di liberarsi di questi pensieri intrusivi.

Il versante compulsivo è stimolato da una necessità illusoria di tenere la realtà sotto controllo, attraverso una serie di rigidi schematismi, che si rivelano una vera e propria prigione o evitando in via precauzionale quelle situazioni ritenute pericolose, facendo sì che divengano sempre più ansiogene.

La sintomatologia dei pazienti riguarda:

  • rituali che comportano verifiche
  • rituali che comportano la pulizia
  • pensieri ossessivi non accompagnati da compulsioni
  • lentezza ossessiva
  • rituali misti


Questi disturbi possono essere associati a Depressione, o grave menomazione nel funzionamento professionale e sociale.

Si osserva una predisposizione biologica che interagisce con fattori psicologici ed ambientali. Alla base del disturbo vi è una forma di paura, sulla base della quale la persona, pur nella consapevolezza dell’irrazionalità di fondo, mette in atto comportamenti volti a riparare e prevenire, coinvolgendo anche le persone che le sono attorno. La risposta ossessivo cumpulsiva vede la persona bloccata in un labirinto fatto di domande e risposte, ostaggio appunto delle varie forme di dubbio patologico che possono scaturirne.

Tra le terapie che si sono dimostrate efficaci abbiamo la terapia Psicodinamica con la quale si affrontano i sintomi che spesso producono problemi relazionali.

Le tecniche comportamentali sembrerebbero produrre il miglior risultato sintomatologico, ma ad elevata ricaduta.

Il modello Psicodinamico e corporeo permette alla persona di comprendere il legame tra le manifestazioni psico-affettive della propria sintomatologia fisica.

Il dubbio è la molla del pensiero ossessivo.