Home » blog » Gestire il cambiamento in un’azienda

Gestire il cambiamento in un’azienda

Tabella dei Contenuti

Viviamo in tempi di rapido sviluppo, che richiedono grande attenzione alla performance ed ai risultati. Ogni organizzazione si confronta continuamente con nuovi problemi e sfide.  

Per far fronte al continuo mutamento del mercato, le organizzazioni hanno sempre più bisogno di competenze diversificate ma soprattutto di un ambiente di lavoro di elevata fiducia che permetta la creazione di sinergie e non di processi di resistenza che rallentano il cambiamento impattando pericolosamente sul risultato economico-finanziario.  

In altri termini, oggigiorno in ogni ambito lavorativo è richiesto di cambiare bene e velocemente 

La nostra auto-efficacia oggi dipende più che mai dalla capacità che abbiamo di rendere possibile il cambiamento allinterno della nostra vita.  

Allo stesso modo lefficacia del lavoro dei leader in unazienda performante e produttiva coincide con il facilitare il cambiamento. Spesso però il cambiamento desiderato non avviene: tutti vogliamo cambiare, ma non tutti ci riescono. Le ricerche dimostrano, infatti, che il 70% dei tentativi di cambiamento aziendale fallisce.  

Questo avviene perché cambiare attiva delle resistenze.  

Le resistenze agiscono non solo sul piano razionale dei processi ma soprattutto sul piano delle emozioni (lascolto, il coinvolgimento, la condivisione, ecc.). Le ricerche ci dicono che lostacolo (o lacceleratore) per un cambiamento di successo è sostanzialmente uno: la persona. 

Affinché il cambiamento sia visto come una opportunità occorre affidarsi ad un nuovo paradigma manageriale che tenga conto sia della razionalità che degli aspetti emotivi dove non basta dire a una persona di cambiare per ottenere un risultato, ma è importante creare un ambiente facilitante, che possa far cogliere l’opportunità del cambiamento.  

È importante creare una strategia di cambiamento di valore e quindi porre il focus sui fattori che più impattano sulla riuscita del cambiamento, in quanto strettamente collegati ad una sua gestione emotivamente intelligente.

Inoltre, è necessario verificare che le persone coinvolte nel cambiamento siano pronte a “cambiare rotta”, bisogna proporre loro un quadro dell’efficacia delle iniziative finalizzate alla promozione del cambiamento.  

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articoli correlati

Tutti i post ——–>

La Psicosomatica: un ponte tra mente e corpo

La Psicosomatica: un ponte tra mente e corpo

Introduzione Comprendere i Disturbi Psicosomatici: Contributi della Ricerca I disturbi psicosomatici rappresentano una categoria di condizioni in cui il disagio fisico è fortemente influenzato da