Problemi Relazionali

Problemi Relazionali

Le relazioni sono fonte di grande piacere e benessere, come anche occasione di importanti sofferenze e disagio, fino a divenire piuttosto limitanti o invalidanti.

Gli esseri umani possono manifestare difficoltà nel relazionarsi con se stessi e con gli altri (coppia, famiglia, società, luogo di lavoro) dai più ai meno intimi.

I sintomi riscontrati nell’area dei problemi relazionali sono:

  • bassa o carente autostima
  • Insicurezza
  • Fobia sociale
  • Paura del giudizio e di esporsi
  • Scarse capacità comunicative
  • Difficoltà nella gestione delle emozioni
  • Rigidità corporea


Ogni persona ha, in funzione della propria storia, una precisa modalità per difendersi dalle angosce inconsce e questa la predispone a relazionarsi in un modo piuttosto che nell’altro, in un’altalena continua tra il bisogno di intimità e la propria auto-espressione o il diritto ad esprimersi.

Nei casi in cui la tendenza all’espressione di se venga minacciata o sia percepita come minaccia, l’individuo può assumere comportamenti atipici di cui può anche non essere pienamente consapevole e che possono avere un impatto sulle sue relazioni e nella relazione con il proprio se.

Con il corpo entriamo in relazione, prima che con la mente. Quando perdiamo contatto con il corpo, entriamo in un vicolo cieco, di non comunicazione. Perdiamo il contatto con la terra, con la realtà e con gli altri. Il sentire è la via maestra per lavorare sulla relazione, con la relazione ed i problemi relazionali.

Vibrare con l’altro, non come l’altro, nell’essere con l’altro, è alla base della Psicoterapia corporea ad orientamento bioenergetico, che si rivela un trattamento elettivo nell’intervento sui problemi relazionali.

Poiché il corpo esprime chi siete, imprime negli altri l'immagine di quanto siete nel mondo.